martedì 16 settembre 2008

Dialoghi Sacri -> l'arte nell'era della sua riproducibilità tecnica (con una spruzzata di bianco)

Il giorno prima piovve tanto.

R si affacciava alla finestra del conservatorio mentre il Maestro e N parlavano di qualcosa. M era poco distante da loro. Sul piazzale di sotto una gigantesca pozzanghera accumulatasi a causa di un ambiguo dislivello del cemento colpì la sua attenzione. Emanava tantissimi colori, tutti dominati dal rosa, dal verde, dall'azzurro e... Il sole si rifletteva magnificamente, la leggera brezza scuoteva la superficie facendo oscillare le sfumature.


R: M, vieni qui.. guarda!







M: ..!!


R: ...



M: Bellissimo!





R: Gli facciamo una foto?














M: No. Che rimanga una cosa solo per noi due, solo per questo istante e mai più..




















































.

5 commenti:

RENZO ha detto...

Insomma c'era del detersivo sulla strada.

Ehm, renzo AKA lo spoetizzatore

Vaaal ha detto...

hahaha esattamente renzo :D

Volin ha detto...

Ben eseguito, Vaal! I miei complimenti! Ah l'Aurea!

Sto cercando collaboratori.

Purtroppo non mi sono occupato di musica, e non ne sono stato occupato, a sufficienza.

Sai nulla di quel sito che aveva raccolto e messo a disposizione un enorme numero di spartiti musicali col copyright scaduto, che poi è stato autocensurato dal giovane che l'aveva realizzato? Il ragazzo infatti aveva subito diverse minacce dall'ambiente degli editori musicali.

Volin

Vaaal ha detto...

Ciao Volin, probabilmente ti riferisci a questo meraviglioso sito: http://imslp.org/index.php?title=Pagina_principale&
proprio oggi ne ho attinto una partita di bach : D
per fortuna è tornato online (suppongo abbia vinto la causa, ma non conosco i dettagli)

Michele ha detto...

Sono commosso

post correlati